Catacombe Cappuccini Palermo

 

 

 

 

 

Fare i conti con la morte è il destino ineluttabile di tutti noi e a Palermo sembra che questo dovere naturale sia ancora più potente che in altri posti al mondo.

Tra la fine del 1500 e il 1800 centinaia di persone appartenenti prevalentemente a ceti sociali agiati furono seppellite, dopo avere subito speciali trattamenti di mummificazione, nelle catacombe dei frati Cappuccini di Palermo.

Dal frate Silvestro da Gubbio, il primo ad esservi sepolto nel 1599, a Rosalia Lombardo la bambina morta di polmonite nel 1920 quando non aveva ancora compiuto 2 anni.

Ancora oggi le Catacombe dei Cappuccini, nonostante l’attuale degrado in cui versano, rappresentano un luogo suggestivo, misterioso e affascinante dove il macabro si mischia alla memoria.

Oltre ottomila scheletri e corpi mummificati ci consentono di osservare da vicino un pezzo importante del nostro passato e perchè no anche il nostro futuro rivelandoci la caducità della vita.

 

 

 

SOCCER-ITALY/
SOCCER-ITALY/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *